English | Italiano

MIA RICERCA SULLA PANDEMIA 2020-2021

Durante la pandemia del 2020 ho fatto una ricerca su di essa: LINK

ADDENDUM 1: Un articolo pubblicato sulla prestigiosa rivista PNAS trova sostanzialmente la stessa cosa, cioè una forte correlazione fra allevamenti di bestiame e intensità della pandemia, negli USA: Taylor CA, Boulos C, Almond D. Livestock plants and COVID-19 transmission. Proc Natl Acad Sci U S A. 2020 Dec 15;117(50):31706-31715. doi: 10.1073/pnas.2010115117. Epub 2020 Nov 19. PMID: 33214147; PMCID: PMC7749337. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7749337/

ADDENDUM 2: Segnalo (maggio 2021) nuovi elementi ed ipotesi che ho individuato in merito alla pandemia.

i. in Danimarca ci sono meno (2020) di 25 cinghiali (praticamente niente), [1]
ii. un numero indicibile di maiali (più che doppio degli umani), [1]
iii. scarsa irradiazione solare (statisticamente molto preventiva del covid nella prima ondata [4]),
iv a) eccesso di mortalità (per tutte le cause) nel 2020 basso (rispetto agli altri) [2]
iv b) e mortalità (per, di, con...) covid bassa finora (rispetto agli altri). [3]

A) LE COSE SOPRA DETTE COSTITUISCONO (ULTERIORE) INDIZIO SUI (CONTRO I) CINGHIALI NELLA PANDEMIA,
- fatta salva la possibile obiezione qua sotto riportata - questione lasciata parzialmente nel dubbio (per carenza di elementi statistici) nel sopralinkato preprint,
che con tutte le statistiche sul sole (là poco) e i maiali (là molti) candiderebbe la Danimarca ad un enorme impatto della pandemia.
E invece così non è. Perchè? Perchè mancano i cinghiali, ipotizzo.
I cinghiali potrebbero sia diffondere un patogeno ai maiali d'allevamento, che poi infetterebbero gli umani, sia contagiare loro stessi gli umani.

"The number of wild boars in Denmark has fallen since a 70-kilometer (43.4-mile) fence was erected along the German border
[...]
Since then, the number of wild pigs in Denmark has fallen from 35-40 to fewer than 25
[...]
Denmark is the only EU member country where pigs outnumber people, with 215 pigs to every 100 residents." Vedi LINK [1].

POSSIBILE OBIEZIONE: Non la mancanza di cinghiali tiene basso l'impatto della pandemia in Danimarca, bensì l'eccezionale ventosità e il fatto che la Danimarca è quasi un'isola nel mare: i forti venti portano in continuazione aria nuova dal mare alla terra.

Nel LINK [2] il basso eccesso di mortalità nel 2020 in Danimarca,
nel Link [3] il basso impatto del covid in Danimarca fino ad oggi (un quinto di morti per milione rispetto all'Italia),
Nel Link [4] il mio preprint che collega statisticamente la pandemia al poco sole e ai molti suini (e in subordine ad altri animali d'allevamento).

B) Seconda cosa, IMPORTANTISSIMA, che trascende la questione particolare sopra trattata:
sempre più mi sto convincendo che la REPLICAZIONE del virus della pandemia 2020 avvenga principalmente nei MICOBATTERI del bestiame e soprattutto dei cinghiali e da quei micobatteri portato PER AEROSOL agli umani, restando secondario (se non inesistente) il contagio inter-umano.

===================4-LINK========================================
[1] https://abcnews.go.com/International/wireStory/denmarks-fence-wild-boars-working-72278500
[2] https://www.euromomo.eu/graphs-and-maps#pooled-by-age-group
[3] https://www.worldometers.info/coronavirus/
[4] https://www.researchgate.net/publication/348065329_In_the_first_wave_of_the_2020_pandemic_in_several_areas_more_sunlight_less_pandemic_more_pigs_more_pandemic_and_lower_correlations_with_some_other_livestocks


Alessandro Soranzo